Commento all’articolo

Commento all’articolo “I blogs didattici


“Probabilmente sono l’ultimo arrivato all’interno di questa esperienza. Cosa mi sono prefisso? Amzitutto glissare rispetto alle lentezze di preparazione e di gestione del sito della scuola, e qui credo siano di aiuto i molti colleghi che hanno siti personali. Poi volevo uno strumento agile e facilmente modificabile, caratteristica che non appartiene ai siti. La mia maggiore difficoltà è cercar di coinvolgere i miei ragazzi e i loro genitori in quest’avventura, che altrimenti non avrebbe senso,ma questa difficoltà stimola molto la mia fantasia e la mia creatività, e mi spinge a cercare nuove soluzioni. Vedo questo strumento molto legato alle attività scolastiche e potrà anche diventare una sorta di consigliere per approfondimenti. Ho letto alcune obiezioni, ma credo che se qualcuno ha difficoltà a “portarsi a casa pure il blog” abbia smesso di aver voglia di provare a imparare, magari insieme ai propri ragazzi. Ritengo importante dire che ho una classe terza elementare e che le mie opinioni dovranno confrontarsi con ciò che avverrà in futuro, ma ciò non sminuisce la potenzialità di uno strumento flessibile come questo. A presto Carmelo”


Riporto il commento di Carmelo Stornello a proposito di blogs didattici.Condivido le sue idee e lo ringrazio per questi spunti che spero ci portino tutti a riflettere.


mtb

9 pensieri su “Commento all’articolo

  1. Anch’io trovo interessante, come insegnante questa proposta di lavoro on line. Mi piacerebbe sperimentarla con i miei alunni. Vorrei sapere da Carmelo come stanno andando la sua esperienza. Come si è organizzato. Si può pensare di inserire un blog nel sito dell scuola?
    ms

  2. Il blog è sicuramente un nuovo ed efficace strumento di apprendimento.Molto utile nella scuola, aiuta i ragazzi ad entrare in contatto più facilmente con i docenti e le relative discipline.
    Follow the pink rabbit!!by Neo e Telespalla

  3. Benissimo grazie a tutti quelli che finora hanno dato il loro consenso:quando avrò gli username comincerò a mandare gli inviti. Poi ci organizzeremo: spero che ne nasca un piccolo forum di confronto.
    (per Leila: mi tornano sempre indietro le mail che ti scrivo)
    mt

  4. Io ho un’idea che mi rimugina in testa da stamani e che propongo agli affezionati di questo blog (maestraleila,remurelli,carmelo e chi ne ha voglia…): perchè non vi invito a postare?
    Con splinder si può e Carmelo che non è splinder si può sempre creare un blog di appoggio su splinder!
    Che ne dite?
    Fatemi sapere mtb

  5. Grazie a leila.
    Ma vi rendete conto che ci troviamo a confrontarci tra persone che hanno scelto domini diversi!?
    Questo vuol dire che non importa il mezzo, ma lo scopo.
    Mi piacerebbe molto confrontarmi con tutti voi anche per email personale, se necessario.
    Sono entrato per scommessa nei blog e già fin d’ora sento di averla vinta.
    Carmelo

  6. Mi sento molto rappresentata dalle parole di Carmelo che ringrazio di cuore.
    Penso che sarebbe utile un confronto
    tra insegnanti che utilizzano il blog nella didattica riguardante l’individuazione di aspetti negativi e positivi che sono emersi, e che emergeranno,dalla nostra “pratica quotidiana con questo, a mio avviso
    eccezionale,strumento.
    Un saluto a tutti.
    Per mtb: ho ricevuto la tua e-mail, ci risentiamo prestissimo. Con affetto. Leila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.