»  Riflessioni in chat

venerdì, 27 aprile 2007
by mtb alle 17:55

A proposito del post precedente e sulle finalità del blog didattico e di questo blog la chat di Leila e mtb(matebi):

[16.43.34] leila : credo sia importante, anche, che i blog didattici vengano segnalati dall’autore con almeno, dico almeno, l’intenzione di partecipare alla comunità
[16.44.03] leila : altrimenti diventiamo una vetrina e non più una comunità "di pratica"
[16.44.15] leila : non credi?
[16.45.02] leila : i blog didattici raccontano la vita di una classe più che formule didattiche
[16.45.40] matebi : spesso li ho trovati io e contattato gli autori, a volte mi hanno contattato chiedendomi di linkare il blog
[16.46.06] matebi : i blog didattici raccontano la vita di una classe più che formule didattiche
HAI PERFETTAMENTE RAGIONE!
[16.49.47] matebi : per indirizzo intendevo più la città e la provincia … a volte mi è capitato di segnalare blog di paesini di cui mi sono dovuta cercare la provincia di appartenenza
[16.51.33] leila : è verissimo, anch’io spesso debbo andare a cercare la provincia di appartenenza di blog e siti di paesini … … … … nei blog didattici è importante vedere come si muovono insegnante e alunni, come costruiscono il sapere tra loro e con la blogsfera
[16.53.27] leila : nel blog traspare "il metodo" didattico, non certamente la didattica con i suoi contenuti!
[16.54.35] leila : non ti sembra? così non è, almeno per me, importante la materia dell’insegnante con il suo blog, ma vedere l’interazione, il metodo, il processo…
[16.54.37] matebi : credo che gli aspetti configurativi di bd siano due: uno raccolta di link, un archivio più completo possibile di bd presenti in rete, un altro quello della discussione intorno al bd.
Alcuni vogliono solo la segnalazione, altri partecipano alla comunità
[16.54.59] matebi : hai perfettamente ragione
[16.55.53] matebi : potremmo riportare questa chat di riflessioni…!!!!!!!!!!!!!!
[16.56.09] leila : bella idea!
[16.56.52] leila : intanto la registro 😉

Tutti sono invitati ad aggiungere le proprie riflessioni e suggerimenti !!

3 commenti a “Riflessioni in chat”
Scrivi un commento »

Feeds dei commenti di questo articolo

  1. 1


    utente anonimo | Scritto il 29 . 04 . 2007 alle 12:45 |

    condivido pienamente gli obiettivi e alcune vostre osservazioni. Credo però che non sempre sia così facile far trasparire il metodo. Molto, continuo a pensare, dipenda dalla materia di insegnamento. Altra difficoltà è data, secondo me, dall’età dei bambini.

    Carmelo

  2. 2


    tetibye tetibye | Scritto il 30 . 04 . 2007 alle 11:01 |

    Mi inserisco, in differita, nella vostra conversazione, inserendo alcune mie considerazioni:

    Strada facendo ho capito che il blog può essere tante cose, la più semplice è la vetrina delle esperienze, che ha la sua importanza in direzione delle famiglie.

    Il blog può rappresentare uno spaccato del processo della vita scolastica ed è più impegnativo.

    Il blog può essere lo strumento dove si esplicitano le comptenze degli alunni.

    Dal blog può emergere il metodo, ma non è il caso dei nostri blog. Dai nostri blog emerge il nostro stile di insegnanti, per le esperienze che pubblichiamo.

    Sono d’accordo con Carmelo sul fatto che molto dipenda dalla disciplina e dall’età degli alunni.

    La prospettiva dovrebbe essere un blog di classe, ma serve un progetto serio e condiviso.

    Una mia riflessione degli ultimi tempi riguarda proprio la progettazione del blog. Fino ad ora sono andata avanti improvvisando…credo che sia arrivato il tempo della valutazione e della progettazione. Voi che ne pensate? Un abbraccio Teresa

  3. 3


    jlb jlb | Scritto il 30 . 04 . 2007 alle 19:45 |

    Scrivo per chi non sa come la penso (tu, Teresa, lo sai già)

    Credo nell’importanza della progettazione didattica, soprattutto perché lo strumento che stiamo utilizzando e’ nuovo, e nessuno ha verita’ in tasca o formule magiche da proporre. Penso che sia utile l’autoriflessione, il rivedere a posteriori il percorso didattico. Credo fortemente che sia importante raccontare e documentare il lavoro didattico.

    Credo anche che possiamo fare meglio insieme che separatamente 🙂

    carla

Scrivi un commento