»  blog: la casa di DE

mercoledì, 23 gennaio 2008
by mtb alle 18:49
90e28718b16a2019b66ea946cd58130d.jpg
 
 (Logo realizzato e donato dal designer Luigi Leuce


 

“Salve, sono un docente di Lettere e vorrei segnalare il BLOG DIDATTICO che sto portando avanti con grande soddisfazione da tre mesi con le mie due classi di Secondaria di Primo grado.”

riferimento: commento su bdLink 


Leggi nel blog:
PERCHE’ UN BLOG…?
Un BLOG come strumento didattico? Ebbene sì. Un modo per condividere i nostri lavori, i nostri pensieri, le nostre passioni, i nostri ideali. Un meraviglioso strumento di interazione fra noi che ci rende protagonisti di un bellissimo e nuovo modo di “vivere” la scuola. Insomma una vera “vetrina” dei nostri propositi e delle nostre ambizioni e nel contempo un’ originale catena di solidarietà e di amicizia.

Scuola Media Statale F.C. Villareale
Lavello (PZ)

3 commenti a “blog: la casa di DE”
Scrivi un commento »

Feeds dei commenti di questo articolo

  1. 1


    utente anonimo | Scritto il 25 . 01 . 2008 alle 20:00 |

    RINGRAZIO per l’attenzione rivolta al nostro BLOG e per lo spazio che avete voluto dedicarci. Sarei felice di instaurare una rete di collaborazione con altri docenti che, come me, stanno lavorando con i BLOG. Saluti.

    Prof. M. Girola.

    P.S.

    Segnalo che è stato erroneamente da Voi trascritta la località della Scuola Media a cui fa riferimento il BLOG che è LAVELLO (PZ) e NON “Lavezzo”. Se fosse possibile vi prego di correggere.

  2. 2


    mtb mtb | Scritto il 25 . 01 . 2008 alle 20:39 |

    mi scuso per l’errore!

    L’invito a collaborare e’ rivolto ai bloggers didattici che arrivano qui.

    Buona serata

    mt

  3. 3


    utente anonimo | Scritto il 11 . 02 . 2008 alle 19:32 |

    Salve, ho constatato che le visite al nostro blog da parte di utenti che transitano anche dal vostro blog dei blog didattici sono tante da quando ho segnalato l’indirizzo a voi di DidatticaMente. Sarei felice se poteste aggiungerlo anche alla lista ufficiale dei Blog didattici suddivisi per ordini, in quanto non lo vedo comparire. Ringrazio ed auguro buon lavoro a quanti, come me, credono in questo innovativo strumento di insegnamento.

    Mauro Girola

Scrivi un commento