Annuncio

Splinder (26/09/2008)

Ciao a tutti amici bloggers!

vi scrivo per comunicarvi una bella notizia… l’undici ottobre 2008 alle ore undici nella Chiesa di Sant’Antonino Martire a Nova Milanese… io e Davide ci sposeremo…

Un carissimo saluto ed un grazie sincero a tutti gli amici conosciuti a Gubbio ed in particolare a Maria Teresa, Sergio, Leila e Carla che ci hanno conosciuto e sostenuto agli inizi del nostro cammino insieme….

Un saluto anche a Teresa Catalini, Maria Luisa Necchi, Vincenzina Pace e a tutti gli edu-bloggers che in questi anni ho conosciuto in rete… Un abbraccio a tutti!

Chiara e Davide

Leggi nel blog di Chiara

A Chiara e Davide giungano gli AUGURI più cari.
Con tanto tanto affetto
mtb e l
a comunità di blogdidattici

7 pensieri su “Annuncio

  1. Auguri! :-))
    Comunicazione di servizio: nella mia tesi ho citato i contributi di Maria Teresa, Carla, Leila e Maria Luisa. Un grazie per i preziosi spunti offerti e un abbraccio a tutta la comunità di BD.

  2. Per Chiara e Davide, con i miei auguri più sinceri
    teresa

    SUL MATRIMONIO
    di Kahlil Gibran

    Allora Almitra di nuovo parlò e disse: Che cos’è il Matrimonio, maestro ?
    E lui rispose dicendo:
    Voi siete nati insieme e insieme starete per sempre.
    Sarete insieme quando le bianche ali della morte disperderanno i vostri giorni.
    E insieme nella silenziosa memoria di dio.
    Ma vi sia spazio nella vostra unione,
    E tra voi danzino i venti dei cieli.
    Amatevi l’un l’altro, ma non fatene una prigione d’amore:
    Piuttosto vi sia un moto di mare tra le sponde delle vostre anime.
    Riempitevi l’un l’altro le coppe, ma non bevete da un’unica coppa.
    Datevi sostentamento reciproco, ma non mangiate dello stesso pane.
    Cantate e danzate insieme e state allegri, ma ognuno di voi sia solo,
    Come sole sono le corde del liuto, benché vibrino della stessa musica.
    Donatevi il cuore, ma l’uno non sia di rifugio all’altro,
    Poiché solo la mano della vita può contenere i vostri cuori.
    E siate uniti, ma non troppo vicini;
    Le colonne del tempio si ergono distanti,
    E la quercia e il cipresso non crescono l’una all’ombra dell’altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.