»  Appello di Paolo Pietrosanti

lunedì, 28 novembre 2005
by alle 23:25

COMUNICATO STAMPA
COPIA, INCOLLA, PROPAGANDA

PARTE LA CAMPAGNA A NATALE AIUTA CHI NON PUO’ A LEGGERE UN LIBRO.
CHI HA UNO SCANNER PUO’ CONSENTIRE A UN CIECO, O A UN TETRAPLEGICO, DI LEGGERE, CHE E’ UN PO’ VEDERE, E’ UN PO’ MUOVERSI.

APPELLO INIZIALE DI PAOLO PIETROSANTI
Roma, 28 novembre 2005

Paolo Pietrosanti, storico esponente radicale e tra i fondatori del partito transnazionale, cieco da 12 anni, ha oggi diffuso la seguente dichiarazione appello:

Con tanti e tanti altri con i miei stessi problemi, che non possono leggere né studiare perchè ciechi, o perchè non muovono che magari una sola falange di una sola mano, o nemmeno quella, voglio rivolgere un appello accorato e se volete natalizio a chi fa informazione e comunicazione, a che diffonda questo semplice appello, questa semplice ma importante e dignitosa richiesta  di aiuto.

Le nuove tecnologie permettono ad una persona totalmente paralizzata di leggere, se può sfogliare il libro con un mouse; e un cieco come me può leggere, infatti legge, tutto quel che invece che carta sia file.

La legge vieta ovviamente la riproduzione di testi per uso commerciale, ma non la vieta affatto – anzi la incoraggia – se un libro viene trasformato in file da uno scanner per l’uso di un cieco, di persona che non può leggere altrimenti.

Noi ciechi possiamo passare da soli allo scanner un libro, ma con intuibili fatiche improbe, e tuttavia lo facciamo; persone paralizzate no.

Se anche soltanto una su dieci delle persone che stanno oggi per acquistare un libro o per riceverlo in regalo decidesse di dedicare un po’ del suo tempo a trasformare in file di testo quel libro, sarebbe il dono più bello, per gli occhi che non leggono, per le mani che non possono sfogliare le pagine di un libro.

La domanda è semplice:

Quante sono le persone in possesso di uno scanner in Italia? E quante possono dare alcune ore, alcune ore del loro tempo per donare ad un cieco, o a un tetraplegico, la lettura o lo studio di un libro?

Scrivete, usando www.pietrosanti.org per avere le minime indicazioni necessarie su alcune piccole cautele tecniche da rispettare.

A NATALE REGALA UN LIBRO AD UN CIECO, AD UN TETRAPLEGICO.
BASTA POCO: poche ore di impegno, e il costo di un libro.

A NATALE AIUTA UN CIECO A LEGGERE UN LIBRO.

Per informazioni: www.pietrosanti.org – 347 391 2206 – paolo at pietrosanti.org

6 commenti a “Appello di Paolo Pietrosanti”
Scrivi un commento »

Feeds dei commenti di questo articolo

  1. 1


    maestra-anna | Scritto il 28 . 11 . 2005 alle 23:34 |

    accidenti, ho fatto un copia e incolla selvaggio e ho lasciato dei pezzi che ora non riesco a cancellare… perdono.

    P.S. Sono ancora a scrocco di PC 😛

  2. 2


    maestratitty | Scritto il 29 . 11 . 2005 alle 00:29 |

    bellissima iniziativa 🙂

    baciotti!

  3. 3


    utente anonimo | Scritto il 29 . 11 . 2005 alle 07:44 |

    Ciao Anna, mi hai anticipato di qualche ora! 🙂

    E’ un’idea che proporrò anche ai miei ragazzi in classe.

    MarcoP

  4. 4


    maestra-anna | Scritto il 29 . 11 . 2005 alle 07:49 |

    🙂 oggi lo stamperò e farò anche un po’ di volantinaggio “tipovecchitempi” a scuola: i bimbi sono troppo piccoli, ma gli insegnanti no…

  5. 5


    mtb mtb | Scritto il 29 . 11 . 2005 alle 21:54 |

    grazie Anna!

    mt

  6. 6


    utente anonimo | Scritto il 02 . 12 . 2005 alle 12:24 |

    mi sono loggato x dirti che se molti avessero questo tipo di iniziative io, ipovedente da + d 10 anni sarei felice…

    purtroppo, x ora, di materiale davvero digitalizzato o DB buoni e utili non ce ne sono tanti

    happy work

    ZoneX

Scrivi un commento